Benvenuto nel Trauma Studio!

Chi siamo. Di cosa ci occupiamo. E perché ce lo lasciano fare?!

BENVENUTO SUL NOSTRO BLOG!

Trauma Studio

    Il Trauma Studio è un progetto aperto e collettivo, che da anni promuove artisti e veicola cultura, sia a livello nazionale che internazionale. Chiunque può entrare a far parte del Trauma Studio, con collaborazioni a brevissimo o a lungo termine, dal singolo progetto a un vero e proprio percorso insieme. Il progetto nasce, si consolida e si sviluppa negli ambiti underground della cultura “dal basso”, con gli strumenti dell’autoproduzione, dell’autorganizzazione e della promozione indipendente, e fin dall’inizio dimostra l’aspirazione a voler portare allo scoperto ciò che è “sotterraneo”, dare dignità a chi fin troppo spesso fatica ad emergere e trovare occasioni in cui palesarsi ed esprimersi: negli ultimi 6 anni abbiamo dato spazio e visibilità a centinaia di artisti, fatto talent-scouting, incoraggiato reti di connessioni, promosso collaborazioni artistiche e organizzato eventi corali e multidisciplinari.

Ci confrontiamo con realtà sempre diverse, con la consapevolezza che le differenze sono un arricchimento per tutte le parti coinvolte e che di solito le collaborazioni sono una sfida entusiasmante e un motivo di crescita oltre che fonti di ispirazione e di soddisfazione. Se vuoi saperne di più, se gradisci proporci un tuo progetto (editoriale, musicale, fotografico, teatrale, audiovisivo, espositivo, performativo o multimediale), se ti piacerebbe ipotizzare collaborazioni con noi o metterti in gioco, contribuire con la tua esperienza, presentarci un tuo collettivo (crew, video-produzione, net-label, compagnia teatrale, studio di grafica, ecc) o anche soltanto darci una mano per capire chi siamo e cosa ci muove… non esitare a contattarci!

Intanto ti diamo il nostro benvenuto, felici di averti intercettato e convinti che -se ti lascerai coinvolgere- contribuirai sicuramente a far evolvere questo progetto, da sempre un “work in progress” in continua evoluzione. Grazie,

TRAUMA STUDIO  –  Roma

traumastudioinfo@gmail.com

10 thoughts on “Benvenuto nel Trauma Studio!

  1. Ciao trauma! faccio parte di un gruppo di studenti della Sapienza (facoltà di Psicologia)! per la nostra tesi magistrale abbiamo scelto un lavoro di ricerca sul Pigneto. Siamo interessati a conoscere gli abitanti, ma anche le realtà associative che offrono vari servizi al territorio. Ci piacerebbe conoscere la vostra! che ne direste di un’intervista?
    con l’occasione vi faccio i miei complimenti per Pigneto città aperta! siamo stati all’evento e ci è sembrata un’idea nuova e interessante!!!
    spero di conoscervi presto!!!!!!! 🙂

    annalisa

  2. Ciao, Marta! 🙂
    Grazie per i complimenti, che vanno condivisi con tutti gli artisti e gli spazi che hanno contribuito a fare rete e a dar vita a questo esperimento. A dirtela tutta, avevamo preso il vostro indirizzo dalla rete e avremmo voluto/dovuto contattarvi per invitarvi a partecipare. Perdonateci, ma abbiamo tirato su questa iniziativa in UN solo mese e ci siamo persi delle opportunità importanti e dei potenziali collaboratori per la più banale delle scuse… “troppo pochi e troppe cose da fare”! Ma siamo qui e siamo felici che vi fate sentire. Vi verremo a trovare, per ampliare le connessioni e sviluppare nuovi progetti, anche prima di una prossima edizione di Pigneto Città Aperta… eh, sì… perché a gran voce ci chiedono di ripetere l’esperienza e sono già vari gli spazi -che come voi- si propongono di ampliare il progetto. Chiamiamolo un “upgrade collettivo”… 😉

  3. ciao trauma, è stata molto bella questa iniziativa di dare spazio al lato creativo di questo quartiere e la modalità condivisa e collettiva è ancora più bella!. l’ho scoperto all’ultimo momento e mi piacerebbe conoscervi oltre che partecipare ad altri progetti, ho molta voglia di contribuire alla vita culturale e sociale del quartiere dove vivo.
    io e il mio compagno abbiamo trasformato la nostra casa in una home gallery dedicata alla fotografia, dove invitiamo giovani fotografi ad esporre, tra piante, vestiti, libri e piatti..eccoci qui
    http://www.flatinexpo.org
    ci sentiamo?
    ciao, marta

  4. Grazie… purtroppo per noi è stata una bella sfida organizzare (in un mese!!!) questo evento corale e -ovviamente- abbiamo mancato potenziali collaborazioni che ci auguriamo di poter mettere presto in atto, a prescindere da “Pigneto Città Aperta”. Speriamo di incontrarvi in giro nel corso del weekend e degli eventi. Noi del Trauma Studio siamo quelli con la maglietta con l’orsetto bianco macchiato di sangue (sì… lo so… suona male, ma non mordiamo!). Altrimenti restiamo in contatto via blog e mail. Bella! 😉

  5. Peccato averlo scoperto troppo tardi.. 🙁
    Speriamo magari di poter riuscire a collaborare insieme in una prossima occasione… ci piacciono molto queste iniziative 🙂

  6. Salve, sono un giornalista di repubblica. Mi sto occupando della manifestazione Pigneto Città Aperta. Ho bisogno del vostro aiuto, in tempi molto brevi. Vi prego di chiamarmi al più presto al

  7. se vi va di confrontarvi anche con chi purtroppo non ha sempre tempo per la movida e con il lato veramente alternativo del Pigneto, quello che muove pochi soldi e fa gli aperitivi con i succhi di frutta e li chiama merende, potete includere anche l’evento di SABATO 26 alle 17 al Giardino autogestito di Castruccio in via Castruccio Castracane, 10 dove ci sarà uno spettacolo teatrale gratuito di Officine Dinamo rivolto a un pubblico di duenni

  8. è proprio tutto vero…chiunque può unirsi e collaborare con il trauma studio dove gentilezza e cultura vanno di pari passo a entusiasmi e leggerezza,il tutto sotto la supervisione di quel fermento creativo che è alla base di ogni approfondimento!siamo tutti un pò “traumattizzati”!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *