Musique vol.3-Ringraziamenti

E’ fatta! Si conclude anche quest’anno MUSIQUE. Un lavoro durato mesi per 3 serate di  cui siamo molto orgogliosi. Ed è ora di ringraziare tutt*. Grazie a chi c’è stato, a chi ci ha sostenuti e a chi si è divertito. Grazie a chi ci ha creduto e ci ha lavorato, faticato e sudato.

Grazie a chi ci ha ospitati, accolti e fatti sentire a casa. Ma Musique è soprattutto fatto di  artisti e troviamo doveroso ringraziarli tutt*… perché noi abbiamo imbandito la tavola, ma sono stati loro i piatti forti che vi hanno saziati! Una volta ogni tanto (l’ultima risale al Musique di 3 anni fa al Forte) il Trauma Studio si ferma a riflettere, si guarda intorno e cerca di capire dove sta andando la musica. Ma non un genere in particolare (a questo si dedicano con maggiore puntualità e costanza le altre crew della Capitale), quanto il rapporto tra i musicisti e il pubblico, tra il pubblico e il palco, tra gli strumenti e i mezzi elettronici e digitali… insomma una piccola indagine che non ha la pretesa di arrivare ad un risultato unico e assoluto, ma vuole dare il pretesto per guardare le cose con un’attenzione diversa dal solito. Grazie a chi ci segue in questi “viaggi” di cui non si conosce la  destinazione d’arrivo.

Ci spiace che la serata conclusiva sia stata segnata da una serie di problemi tecnici che  non dipendono e non potevano essere evitati da noi organizzatori, ma che non imputiamo a nessuno, pur prendendo atto che hanno creato un disagio al pubblico (cambi-palco interminabili, ritardi sulla scaletta…) e non hanno permesso agli artisti di esibirsi al  massimo delle loro potenzialità. Faremo come sempre tesoro dei problemi per evitare che si presentino simili situazioni nei prossimi eventi del Trauma Studio. Purtroppo, come già  sapete, la nostra non è una scienza esatta e ci muoviamo sempre nei comodi (ma imprevedibili) ambiti dell’autoproduzione e della autogestione. Ci impegniamo moltissimo e per tanti mesi al fine di proporre -al prezzo popolare di 5€- artisti che di solito si esibiscono all’Auditorium di Roma o che vengono per la prima volta in Italia da paesi stranieri. Lavoriamo tanto e al di fuori del circuito delle agenzie per garantirci che sappiano dove stanno venendo a suonare e perché ci accordino un prezzo di favore rispetto ai loro abituali cachet. Proporveli per poi farveli ascoltare con tanti, troppi problemi tecnici ci ferisce, ma sono rischi che sappiamo di correre. Il gioco vale la candela e speriamo che ci perdoniate le incertezze.

Comunque…. grazie a tutt* gli artisti… Samsara Beat… gli ABoriginals… Michele Moi… Okapi… Cobol Pongide… Acid Worm… Easyman… Suit Kei… Linea di Greta… i Terrorist Bengala Party… The Bone Machine… gli Underdog… Narajan and the Reptilians… Pejman Tadayon Sufi Ensamble… Chris Imler… Trouble vs Glue… Rocco Cavalera… Filippo  Manni…Un:code… i Christine… Sonic Vision… Colour Full Frame…Vivel… e VK. Il vostro  contributo ha reso possibile Musique!

E, per Musique Vol.3 in particolare, grazie alle nostre brave e operosissime fotografe… Manuela Marotta, Giorgia Nofrini e An Dirella. A giorni potrete vedere le loro foto uploadate
sulla nostra fan page e sul nostro blog.

Grazie infine a STRIKE per aver ospitato la conclusione di Musique 2014. Siete bellissimi, Strikers! Non cambiate mai!

Ci vediamo tutt* al Forte Prenestino venerdì 28 Febbraio per il FREAKSHOW, terza edizione. Vi aspettiamo, amic*!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *